Reintegrate Roberto Pinto

Roberto Pinto arbitro di Serie A, 25 anni di onorata carriera, è stato sospeso per 18 mesi dalla Federazione Italiana Pallacanestro per un caso legato alla sua vita privata che nulla a che vedere con l’attività sportiva. Pur dimostrando con documenti ufficiali la sua totale estraneità da qualsiasi reato penale per la legge italiana e con documenti rilasciati da centri medici autorizzati la sua posizione clinica, la FIP ha voluto sanzionarlo con un provvedimento esemplare, di cui non si ricordano precedenti, che mette fine ad ogni sua presente e futura attività federale.

Oltre a reputare quantomeno discutibile l’intromissione degli organi di giustizia federale nella vita privata dei tesserati, creando di fatto un pericoloso precedente, consideriamo troppo penalizzante la sanzione rispetto all’illecito amministrativo contestato. Roberto Pinto è una persona che non merita di fare questa fine come sacrificio di un ambiente che spesso e volentieri è stato messo in discussione per la moralità e l’etica che ha espresso. Roberto Pinto è da tutti considerata persona con sani valori e principi, con un’etica arbitrale e sportiva degna di lode, con una coerenza e una integrità che non si può mettere in discussione.

Oltre alle abilità tecniche e gli ottimi risultati raggiunti anche nell’annata appena conclusasi nonostante il periodo di sospensione cautelare subita, Roberto, neanche due anni fa, è stato marchiato come esempio per i giovani da Il Gazzettino di Treviso, il suo recente passato come Presidente del Gruppo Arbitri di Treviso, sulla cui rifondazione ha dato tutto se stesso portandolo in 4 anni ad essere il più importante del veneto e quinto in Italia come numero di tesserati, ha segnato il cuore e lo spirito di tutto il gruppo che tutt’oggi lo considerano una figura di riferimento e un maestro di cui seguirne l’esempio.

Vogliamo raccogliere in queste pagine il maggior numero di consensi a queste parole e invitiamo tutti a esprimere il proprio messaggio di stima nei confronti di Roberto con la speranza di sensibilizzare gli alti organi federali per una rivalutazione della sanzione.

Potete inserire un commento a questa notizia, scrivere ad amicidiroberto@gaptreviso.it o esprimere il vostro pensiero sulla pagina facebook https://www.facebook.com/ReintegrateRobertoPinto

Grazie!!!

6 commenti

  • Valentina Bonuomo

    Non posso credere che gli state negando ciò che ama fare, non dovete impedire a Roberto di fare l’arbitro, la sua passione! Ma vi rendete conto?!? Se è vero che gli amici sono importanti, bene, questo è il momento di dimostrarlo, Amici.
    Chi sa che può fare qualcosa la faccia perfavore <3

  • Valentina Vale Bonuomo

    Non posso credere che gli state negando ciò che ama fare, non dovete impedire a Roberto di fare l’arbitro, la sua passione! Ma vi rendete conto?!? Se è vero che gli amici sono importanti, bene, questo è il momento di dimostrarlo, Amici.
    Chi sa che può fare qualcosa la faccia perfavore <3

  • Gruppo Arbitri Pallacanestro di Treviso

    Ricky says
    Roberto non è un esempio solo per i giovani… io ho cinque anni meno di Roby ed ho comunque ricevuto grandi insegnamenti, alla stregua di un fratello maggiore con le “buone” e con le “cattive”, soprattutto dal punto di vista umano! Nel mio piccolo posso dire che le migliori esperienze e soddisfazioni della mia carriera arbitrale li ho vissuti finché Roby era Presidente, e grazie a lui ed a tutto questo sono ancora in campo a divertirmi e competere come un ragazzino, perché Roby mi ha trasmesso le “conditio sine qua non” che caratterizzano un uomo/arbitro: rispetto, lealtà, abnegazione, sacrificio, voglia di mettersi in discussione e tanto tanto lavoro. Conservo ancora un suo sms, mandatomi il giorno stesso della mia promozione in C Regionale… scriveva: “congratulazioni Rik!! sono felice, sei la dimostrazione che il lavoro paga, magari tardi ma paga”. Parole che ancora oggi mi “toccano”… Questo è Roberto Pinto, signori! chi non lo capisce e non lo apprezza, non merita spazio. Speriamo tutti che anche per Roby il lavoro paghi, che non sia troppo tardi e che gli Uomini d’Onore della Federazione rivedano una delle più incomprensibili e raccapriccianti ingiustizie mai perpetrate nella pallacanestro italiana. Comunque vada, per noi tutti Roberto sarà un punto di riferimento a prescindere, e sono certo che lo sa… ma… ragazzi, facciamolo sentire tutti! C’E’ SOLO UN PRESIDENTE!

  • Ricky

    Roberto non è un esempio solo per i giovani… io ho cinque anni meno di Roby ed ho comunque ricevuto grandi insegnamenti, alla stregua di un fratello maggiore con le “buone” e con le “cattive”, soprattutto dal punto di vista umano! Nel mio piccolo posso dire che le migliori esperienze e soddisfazioni della mia carriera arbitrale li ho vissuti finché Roby era Presidente, e grazie a lui ed a tutto questo sono ancora in campo a divertirmi e competere come un ragazzino, perché Roby mi ha trasmesso le “conditio sine qua non” che caratterizzano un uomo/arbitro: rispetto, lealtà, abnegazione, sacrificio, voglia di mettersi in discussione e tanto tanto lavoro. Conservo ancora un suo sms, mandatomi il giorno stesso della mia promozione in C Regionale… scriveva: “congratulazioni Rik!! sono felice, sei la dimostrazione che il lavoro paga, magari tardi ma paga”. Parole che ancora oggi mi “toccano”… Questo è Roberto Pinto, signori! chi non lo capisce e non lo apprezza, non merita spazio. Speriamo tutti che anche per Roby il lavoro paghi, che non sia troppo tardi e che gli Uomini d’Onore della Federazione rivedano una delle più incomprensibili e raccapriccianti ingiustizie mai perpetrate nella pallacanestro italiana. Comunque vada, per noi tutti Roberto sarà un punto di riferimento a prescindere, e sono certo che lo sa… ma… ragazzi, facciamolo sentire tutti! C’E’ SOLO UN PRESIDENTE!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.