Lutto per il nostro GAP: Ci ha lasciati Pietro Visentin

Stavamo organizzando il corso arbitri e miniarbitri del 2011 e il 10 gennaio ricevetti questa mail:

…Sono Pietro Visentin ed ho arbitrato fino a circa una decina d’anni fa (normalmente Promozione) assieme agli amici Di Notte, Stabile, ecc., poi ho smesso per motivi di lavoro e anche un pò di stanchezza.

Ho 44 anni ed in ottime condizioni fisiche (pratico regolarmente running e nuoto master) e mi chiedevo se sussiste la possibilità eventualmente di riprendere l’attività oppure no, in quanto ci stavo pensando su in questo periodo.

Inoltre, dato che mia figlia pratica basket agonistico sono sempre rimasto “nel giro”….

Risposi “certamente” e la sera stessa conobbi Pietro all’inizio del corso di Canizzano. Ricordo quell’incontro perchè all’inizio pensavo fosse il papà di uno dei tanti ragazzini presenti, invece poi si presentò e parlai con lui per un po’ di tempo. Mi raccontò la sua storia arbitrale e la sua voglia di ritornare sui campi con una passione e una voglia che mi lasciò stupito fin da subito.

Così frequentò interamente il corso arbitri, cominciò a partecipare alle lezioni tecniche, a quelle facoltative, alle cene e a tutti gli appuntamenti integrandosi nel gruppo e dimostrando un grandissimo attaccamento alla classe arbitrale e al nostro GAP. Sempre disponibile a dare una mano ai designatori nonostante il lavoro e la famiglia e sempre estremamente serio e professionale in campo.

L’anno scorso avevo anche avuto modo di vederlo in campo e fermarmi dopo in spogliatoio per qualche consiglio: Pietro era li ad ascoltarmi a confrontarsi sui suoi errori e a dimostrare tutto il suo interesse per crescere e migliorare ancora. Quest’anno ha avuto il tempo solo di fare poche gare (un torneo al Basket Treviso e il primo turno di Promozione) prima che cominciasse la lotta contro quell’infarto che per 50 giorni l’ha tenuto su un letto in ospedale fino al triste epilogo.

Vi racconto questo forse per trasmettere qualcosa di Pietro a chi non ha avuto la fortuna di conoscerlo e di scambiarci due parole, forse perchè quella voglia di crescere e migliorare che ti aspetti da un ragazzino era dentro di lui a 46 anni, forse perchè non ho avuto mai l’occasione di approfondire troppo la sua conoscenza e ora che non c’è più so che io e tutto il GAP abbiamo perso qualcosa di bello e me ne dispiace molto.

Per chi volesse, i funerali si svolgeranno oggi alle 14.30 alla chiesa di Villorba.

A Pietro un grande GRAZIE per quanto ci ha dato e le condoglianze a nome di tutti alla sua famiglia.

 

p.s.: Mi sembra superfluo aggiungerlo ma invito tutti a fare un minuto di raccoglimento nelle prossime gare alla memoria del nostro collega.

12 commenti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.